Marsupi per neonati migliori del 2020

Fasce per neonati

Negli ultimi anni sono sempre di più i genitori che si avvicinano al mondo del babywearing, ovvero che scelgono di utilizzare i marsupi e le fasce per neonato. Questo perché si tratta di accessori utilizzabili sin dai primi giorni di vita, che non solo permettono alle neo mamme e ai neo papà di svolgere attività che sarebbe impossibile effettuare con un neonato in braccio, ma allo stesso tempo rassicurano i più piccoli, favorendo l’importantissimo contatto “pelle a pelle”. Oltre a ciò rappresentano un’alternativa ideale alle ingombranti carrozzine e passeggini quando si vuole uscire per una passeggiata all’aria aperta.

Diversi studi hanno recentemente dimostrato che per un neonato stare a contatto con il petto della mamma rappresenta una tappa fondamentale per il suo sviluppo psicofisico, garantendogli non solo una sensazione di sicurezza, ma anche di calore e di protezione del tutto simile a quella provata quando ancora si trovava all’interno del grembo materno.

Per questo motivo i marsupi per neonati sono sicuramente una delle cose che non può mancare in una casa in cui sia appena arrivato un bimbo da accudire, non solo per una questione di comodità per i genitori, ma anche per la tranquillità e il benessere dei più piccoli.

Differenze tra marsupio e fascia

Prima di parlarvi delle caratteristiche che deve avere un buon marsupio per neonati, è importante parlarvi anche delle fasce porta bebè, che sostanzialmente sono un accessorio che fa sempre parte del mondo del babywearing.

La principale differenza tra una fascia e un marsupio si trova nella struttura: infatti le fasce sono devi veri e propri supporti di tessuto, che non presentano ganci, zip o fibbie e che vanno annodati in modi precisi per sorreggere il vostro bambino.

Se vogliamo proprio trovare un difetto nelle fasce porta bebè può essere quello che essendo nella stra maggioranza dei casi in cotone elasticizzato, a lungo andare, man mano che il peso del neonato aumenta, tendono ad allentarsi, diventando scomode sia per il genitore che per il bambino.

Essendo invece i marsupi dotati di fibbie regolabili, sono pensati per accompagnare il vostro bambino durante la sua crescita, grazie anche alla forma strutturata pensata per sorreggere correttamente anche i neonati più pesanti.

Vantaggi

I marsupi per neonati sono un valido supporto per i neo genitori, sia che essi si avvicinino al mondo del babywearing per necessità o per puro piacere.

Chi ha un bimbo piccolo in casa sa bene che uscire di casa anche per fare delle commissioni veloci diventa piuttosto impegnativo se pensiamo all’apertura e alla chiusura di carrozzina e passeggino ogni volta che si entra e si scende dalla macchina.

Con un marsupio invece queste “grandi manovre” si possono dimenticare. Basterà infilare il bambino nel vostro supporto porta bebè ed uscire per le vostre commissioni: vostro figlio si sentirà caldo, protetto e ben sorretto, mentre voi avrete le braccia libere e dunque maggiore libertà di movimenti.

I marsupi di ultima generazione hanno poi il grande vantaggio di essere ergonomici e favoriscono dunque non solo una corretta distribuzione del peso su schiena, spalle e busto del genitore, ma soprattutto su colonna vertebrale e anche del vostro bambino.

Marsupio classico o ergonomico?

A questo punto forse vi starete chiedendo quale sia la differenza tra un classico marsupio porta neonati e un marsupio ergonomico, pertanto ci teniamo a fare alcune precisazioni così da togliervi ogni dubbio in merito.

  • I marsupi classici sono caratterizzati da uno schienale rigido e una base stretta, non presentano una cintura addominale per il genitore e di solito sono caratterizzati da spallacci incrociati. Inoltre non possono essere utilizzati sin dai primi mesi di vita e il peso minimo consigliato si aggira di solito intorno ai 5 Kg.
  • I marsupi ergonomici sono caratterizzati da uno schienale morbido in grado di accogliere il bambino in modo corretto, da una seduta larga che permette una corretta divaricazione delle gambine che non vada a sovraccaricare né la colonna vertebrale né l’anca del bambino. Inoltre la presenza di spalacci imbottiti e di una cintura di aggancio addominale per l’adulto garantisce una distribuzione del peso più omogenea, che non affatica l’adulto. Inoltre può essere utilizzato sin dalla nascita, con l’ausilio degli appositi riduttori in dotazione, fino ai 15 Kg circa di peso.

Caratteristiche

E’evidente dunque che la prima caratteristica da prendere in considerazione nella scelta di un marsupio per neonato è che questo abbia tutti quegli elementi che lo rendono ergonomico, sia per il sostegno della schiena del genitore, ma soprattutto per il benessere del bambino. Altro fattore da non tralasciare è la presenza di sistemi di aggancio regolabili, che sono una caratteristica che hanno tutti i modelli che si trovano sul commercio, grazie ai quali si potrà regolare la lunghezza degli spallacci, facendo aderire questi ultimi alle spalle e garantendo la perfetta aderenza della zona dorsale al marsupio.

E’ molto importante acquistare un marsupio di qualità, che presenti tutte le caratteristiche necessarie ad un corretto supporto dorsale e lombare dell’adulto e soprattutto che offra al bambino il massimo del comfort.

Un altro elemento molto importante che dobbiamo ricercare in un marsupio per neonati è la qualità dei materiali e dell’imbottitura. E’ fondamentale che questi siano atossici, traspiranti e lavabili.

Ricordiamoci infatti che il bambino, quando si troverà all’interno del marsupio, reagirà ai cambiamenti climatici prima di chi lo trasporta: il contatto pelle a pelle con il genitore sarà già di per sé una fonte di calore naturale, che aggiunta all’imbottitura del marsupio, manterranno al caldo il vostro bambino nelle stagioni più fredde.

Si consiglia vivamente perciò, soprattutto nelle stagioni primaverili ed estive, di non vestire in modo eccessivamente pesante il bebè e di controllare sempre che vi abbia spazio sufficiente attorno al viso, così da assicurare una corretta aerazione.

Un modo efficace per controllare che il bambino non stia soffrendo né il caldo né il freddo è innanzitutto controllargli il colore delle guance e verificare che non siano arrossate, ma ancor più sicuro è inserire la vostra mano dietro il collo del neonato, nella parte superiore della schiena, assicurandosi che non stia sudando.

Infine, ultima, ma di certo non per importanza, è la presenza di ganci di sicurezza a supporto del bambino: le fibbie di aggancio devono essere perfettamente chiuse e solitamente sinonimo di una corretta chiusura è il “clack” di avvenuto fissaggio.

Sistema di regolazione

I marsupi per neonati sono pensati per essere utilizzati sin dal primo mese di vita, con l’aggiunta di specifici riduttori, e per tutto il primo anno di vita del bambino, se parliamo in termini peso dai 3,5 Kg fino ai 15 Kg circa. Ciò vuol dire che il bambino vi crescerà dentro e che per forza di cose dovrà presentare un sistema di regolazione.

I marsupi di qualità solitamente possiedono un doppio sistema di regolazione sia in lunghezza che in larghezza: questo può essere incorporato nelle cinture e nelle fibbie che collegano la struttura allo schienale, oppure può far parte del marsupio stesso. Infatti alcuni modelli sono apribili e al loro interno ci sono delle fibbie che si fanno scorrere fino all’altezza idonea all’età del proprio bambino.

Posizione “fronte-mamma” e “fronte-strada”

Il mondo del babywearing prevede due posizioni di trasporto del neonato, quella cosiddetta “fronte-mamma” e quella “fronte-strada“.

Per i neonati di un mese o poco più, e che non sono in grado di sorreggere ancora la testa autonomamente, è obbligatoria la posizione fronte-mamma, ovvero con il bambino rivolto verso il petto del genitore.

Questo è importante sia da un punto di vista fisico, perché in questo modo il bambino avrà un corretto sostegno di testa, collo, colonna vertebrale e anche, sia da un punto di vista psicologico. Infatti il neonato in questa posizione sarà rassicurato dal contatto pelle a pelle con la madre, dal battito cardiaco che sentirà e potrà poggiare la testa sul petto del genitore, sentendosi protetto dall’esterno.

La posizione fronte-strada è invece pensata per i neonati dai quattro mesi in su, che sappiano tenere la testa sollevata e le spalle verticali. I bambini di questa fascia d’età gradiscono parecchio la posizione fronte-strada perché permette loro di guardare il mondo che li circonda e di muovere liberamente braccia e gambe, ma con la sicurezza di essere sempre a stretto contatto con un genitore.

Inserire e togliere il neonato dal marsupio

A prescindere dal modello che abbiate scelto di acquistare, la prima regola da seguire per mettere il vostro bambino nel marsupio è quella di sedersi.

Una volta seduti verificare che il marsupio si agganciato agli spallacci e che una delle fibbie di aggancio laterali sia chiusa. Dopodiché dovrete inserire il bambino dal lato aperto, tenendolo saldamente mentre lo si metterà a cavalcioni della base del marsupio e mentre si faranno passare le sue braccia nelle apposite aperture. Una volta effettuate queste operazioni, chiudete la fibbia laterale che era rimasta ancora aperta ed eventuali altri agganci di sicurezza.

Prima di iniziare a camminare con il neonato nel marsupio verificate con attenzione che tutte le fibbie siano chiuse correttamente e che il marsupio non sia né troppo largo né troppo stretto, così da poterlo utilizzare in tutta sicurezza e in pieno comfort, sia per voi che per il neonato.

Per togliere il bambino dal marsupio basterà effettuare un’operazione opposta a quella eseguita per inserirlo, ovvero sedersi, sostenere il neonato saldamente e solo dopo aver fatto ciò potrete sganciare le fibbie d’aggancio e togliere gli spallacci. Infine dovrete aprire anche la chiusura posta sul vostro girovita e sfilare il bambino dal marsupio.

Pulizia e manutenzione del marsupio

Come accennato all’inizio di questo articolo, è davvero molto importante che un marsupio porta neonati sia fatto di materiali di qualità, traspiranti e lavabili. Questo perché i bambini così piccoli hanno una pelle molto delicata e un sistema immunitario in formazione, pertanto un marsupio costituito da tessuti nocivi e non traspiranti potrebbe causare diversi problemi allergici.

Innanzitutto, se volete sincerarvi della qualità dei tessuti di un marsupio porta bebè, basterà andare a leggere le informazioni del modello che vi interessa sul sito del marchio che lo produce o di qualsiasi rivenditore autorizzato, prediligendo un modello in cotone, meglio ancora se cotone biologico. Ma ovviamente ci sono in commercio anche marsupi in poliestere o altri tessuti tecnici, simili a quelli usati per gli zaini da trekking per intenderci, che possono considerarsi ugualmente di qualità sotto altri punti di vista.

Il cotone è un materiale ideale per stare a contatto con la pelle dei bambini, essendo anallergico e traspirante allo stesso tempo. In secondo luogo è risaputo che i neonati tendano a mettere in bocca tutto ciò che è di loro interesse: soprattutto nella posizione fronte-strada potrebbe capitare vedere il vostro bambino mordicchiare la sommità del marsupio con gusto! Ecco quindi che il discorso dei tessuti diventa un fattore di scelta fondamentale.

Per quanto riguarda il discorso sulla pulizia e la manutenzione del marsupio il consiglio che ci teniamo a darvi è quello di verificare le esatte istruzioni di lavaggio riportate nell’etichetta interna al prodotto stesso. Se il marsupio che avete scelto è interamente in tessuto, senza componenti in plastica, potrete tranquillamente lavarlo in lavatrice a basse temperature; se invece avete scelto un modello più “tecnico“, imbottito e con numerose componenti in plastica, consigliamo il lavaggio a mano in acqua fredda: basterà lasciarlo ammollo con un sapone delicato, magari antibatterico e risciacquare bene.

I marsupi porta bebè non richiedono particolari operazioni di manutenzione, essendo molto robusti e pensati per essere utilizzati quotidianamente. L’unica accortezza che bisognerebbe avere è quella di controllare con attenzione l’eventuale presenza di parti scucite o danneggiate e soprattutto che tutte le fibbie di aggancio siano integre, per non rischiare che il marsupio si apra all’improvviso e che il vostro bambino cada per terra.

Migliori marche

Dando uno sguardo sul web, sono davvero tante le marche di marsupi per neonati presenti sul commercio, quindi attraverso questo articolo vogliamo guidarvi nella scelta, indicandovi quelle che sono da considerarsi le migliori, soprattutto per la produzione di marsupi ergonomici.

Le aziende produttrici di marsupi per neonati che sono particolarmente apprezzate da coloro che si affacciano al mondo del baby wearing sono: Ergobaby, BabyBjorn, Chicco, Stokke, Boba, Cybex, Manduca e molte altre ancora. Queste spiccano più delle altre per numero di modelli prodotti, che comprende non solo marsupi, ma anche le fasce di cui abbiamo parlato all’inizio di questo articolo.

Migliori prodotti delle migliori marche

  • Ergobaby è un’azienda americana con sede a Los Angeles, leader mondiale nella produzione di marsupi per neonati. I loro prodotti, come si evince dal nome stesso dell’azienda, hanno come punto di forza appunto l’ergonomia, presente in ognuno dei sei modelli da loro brevettati.
  • BabyBjorn è un’azienda svedese di prodotti perla prima infanzia che nasce nel 1961 e che oggi ha saputo espandersi a livello mondiale. La loro priorità è quella di offrire prodotti di qualità, sicuri e allo stesso tempo innovativi.
  • Chicco è un marchio tutto italiano che dal 1956 si distingue nel settore del “baby care”. Tra gli innumerevoli prodotti da loro creati, che comprendono passeggini, culle, abbigliamento, accessori per pappa e bagnetto, giocattoli, da qualche anno ci sono anche i marsupi porta bebè, che non hanno nulla da invidiare ad altre aziende straniere.
  • Stokke nasce in Norvegia nel 1932 e distribuisce in tutto il mondo prodotti per l’infanzia, dai passeggini ai seggioloni, dai marsupi ai seggiolini auto, fino all’arredamento per le camerette. Il loro motto è ergonomicità, esclusività e funzionalità.
  • Il marchio Boba nasce dall’idea di due genitori americani che lasciano il Colorado nel 2007 con i loro due bambini per avviare un business nel mercato del babywearing e non solo: proprio il fatto di avere una famiglia numerosa e la necessità di spostarsi agevolmente, rende i loro marsupi porta bebè prodotti di estrema comodità, pratici e sicuri.
  • Dal 2014 la società tedesca CYBEX si è imposta sul mercato del babycare con svariati prodotti, tra cui seggiolini auto, marsupi, mobili per bambini e passeggini, tutti estremamente sicuri e alla moda. Il marchio cibex ha brevettato quattro diversi tipi di marsupi, per accontentare le esigenze dei genitori.
  • I marsupi prodotti da Manduca, azienda australiana divenuta leader in Europa e nel mondo, sono interamente fatti con materiali ecologici, anallergici e dermoprotettivi, per il benessere sia dei bambini che di chi li porta.

In questa tabella verranno riportate le marche di cui abbiamo appena parlato, suddivisi per fascia di prezzo, così da permettervi di avere un’idea ancor più chiara su quanto può costare un marsupio per neonato:

MARCHEPREZZI
Ergobabyda 90 a 360 euro circa
BabyBjornda 50 a 240 euro circa
Chiccoda 40 a 140 euro circa
Stokkeda 65 a 200 euro circa
Bobada 97 a 190 euro circa
Cybexda 60 a 310 euro circa
Manducada 75 a 150 euro circa

Siamo sicuri che dopo aver letto il nostro articolo abbiate elementi e informazioni a sufficienza per scegliere un buon marsupio porta neonato. Sappiamo che i modelli sul mercato sono davvero tanti e con caratteristiche peculiari che li distinguono gli uni dagli altri, ma il consiglio che ci teniamo a dare è di verificare sempre che il modello che vi piace sia ergonomico, perché la salute del vostro bambino viene sempre prima di ogni altra cosa.

Marsupi per neonati migliori del 2020

Fasce per neonati

Francesca Piscedda

E’ dai tempi del Liceo che la scrittura è tra le mie più grandi passioni. Da allora, e dopo aver conseguito una laurea in Letteratura, scrittura, editoria e giornalismo, condivido pensieri e offro consigli utili per la vita di tutti i giorni con chiunque abbia piacere di leggermi. Ciò che conta per me è che ciò che scrivo sia sempre interessante, chiaro, esaustivo e soprattutto sincero. D'altronde, come ha detto anche Ernest Hemingway, tutto quello che si deve fare è scrivere una frase vera. Scrivere la frase più vera che si conosce.

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it